TEMPO PASQUALE: tempo di gioia e di perdono!

La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. ” Gv 20, 19-20

Cari bambini, ragazzi, giovani e famiglie della nostra comunità,

la gioia della Pasqua rientra nelle nostre case per lasciare spazio a questo meraviglioso annuncio del vangelo di Giovanni che c’invita a custodire la pace. Non una pace qualunque, ma quella che “entra nel luogo dove si trovano i discepoli”, per riportare la speranza! E fra questi discepoli ci siamo anche noi che dalle nostre case, ormai trasformate in aule di scuola, in spazi per tenersi in forma, il luoghi per far correre la fantasia, in luoghi della tavola, riceviamo l’annuncio di Gesù che c’invita a non perdere la voglia di riconoscere nella sua Resurrezione nella nostra salvezza.

I discepoli gioirono nel vedere il Signore! Certo lo videro in carne ed ossa dopo una morte così dura! Dopo essere stati rinchiusi per la paura per giorni Gesù ritorna a loro per dire che si poteva andare avanti!

Ma c’è Tommaso, l’incredulo, che se non mette le mani nei segni della Passione non crede… Spesso capita di essere un po’ così anche a noi! Abbiamo quell’incredulità, data forse anche da questo periodo incerto, che ci fa dire: abbiamo bisogno di segni, di prove, per tornare a credere in profondità. Ma Tommaso vede Gesù, vede i segni dei chiodi, riconosce il suo Signore e il suo Dio!

Credo che anche noi abbiamo due segni che ci permettono ogni giorno di riconoscere il Signore: l’Eucarestia e la Preghiera! Nello spezzare il pane e versare il vino Gesù torna a farci ardere i cuori, nella sua preghiera al Padre c’insegna la pazienza di saper donare se stesso!

Guardiamo a Lui per ricordare che insieme al Signore siamo forti perché uniti nella consapevolezza di essere salvati dalla sua Misericordia!

È la domenica della Divina Misericordia, è la domenica del perdono, è la Domenica della Festa!

Un caro saluto carico di affetto e di nostalgia…

don Ale

Trovate in allegato il volantino con le indicazioni diocesane per seguire la S.Messa in questo tempo pasquale.

Autore dell'articolo: admin7186